Home / Negoziazione / Come chiedere l’aumento di stipendio in 7 mosse

Come chiedere l’aumento di stipendio in 7 mosse

Ti stai chiedendo come chiedere l’aumento di stipendio al tuo titolare, non trovi le parole giuste e hai paura del confronto e della più paurosa delle parole in circolazione: NO!

Stai lavorando 8/10 ore al giorno, sei capace nel tuo lavoro e magari i tuoi collaboratori sono meno efficaci di te, eppure la busta paga a fine mese è la stessa, neanche un centesimo in più per te che lavori con entusiasmo e passione e sei oltretutto più bravo degli altri.

La paura del rifiuto, di perdere il posto di lavoro e rimanere a piedi è un ostacolo troppo grande da superare, questo è quello che pensi, la realtà per fortuna è ben diversa.

Come chiedere l’aumento di stipendio

Passaggi chiave per chiedere l’aumento di stipendio

Puoi chiedere l’aumento di stipendio e ottenere la cifra che meriti, attenzione ho detto che meriti non che desideri.

Molti fanno l’errore di negoziare lo stipendio chiedendo 500.00€ di più al mese ma senza nessuna base di merito, è chiaro che il discorso è rivolto a chi ora non gli è riconosciuto il giusto salario.

Vediamo quindi come chiedere l’aumento di stipendio in 7 semplici mosse, negoziare con il proprio datore di lavoro è più facile di quello che pensi, spesso entra in gioco la paura, l’ansia da prestazione, i mille pensieri negativi che si fanno prima del confronto con chi deciderà se accettare la nostra proposta di aumentare lo stipendio.

Come negoziare lo stipendio: studia la situazione

  • non partire diretto a buttare sul tavolo la cifra che vorresti avere in più nella tua busta paga
  • rifletti prima sulla tua azienda, c’è differenza tra una piccola azienda di 5 dipendenti dall’azienda con 100 e più dipendenti
  • studia bene chi sono le altre persone che lavorano con te e che hanno la tua stessa mansione
  • osserva il tuo ruolo, è una posizione chiave oppure sei sostituibile in una settimana? Ci sono stati altri che hanno chiesto un aumento di stipendio e se lo sono visti rifiutare? Se si perchè?

Pianifica come chiedere l’aumento di stipendio

  • banale quanto importante, non sottovalutare di capire quello che vuoi veramente e perchè lo vuoi
  • pianifica il tuo obiettivo, altrimenti non riuscirai ad essere convincente, sembrerà che vorrai avere l’aumento di stipendio per avere semplicemente più soldi, piuttosto che ottenere un aumento perchè è quello che ti meriti
  • è un grosso errore dire: “Ho un mutuo alto, tre figli e mia moglie non lavora”, questo non è chiedere l’aumento ma chiedere l’elemosina

Cos’è che è più importante per te

  • un bravo negoziatore non si presenta mai con una sola soluzione in tasca, ma studia diverse soluzioni per tirarle fuori al momento giusto, per portarsi a casa sempre e comunque un risultato a proprio favore
  • se l’aumento di stipendio non viene accettato, puoi concordare di ottenere dei giorni in più di ferie, oppure degli orari più flessibili, ecc… in una trattativa tutto è negoziabile, se sei un elemento chiave puoi puntare alto ma chiaramente senza approfittarsi, sempre considerando la tecnica win-win, cioè che entrambi dovrete uscire soddisfatti dalla trattativa, altrimenti ci sarà attrito in futuro

Dai importanza all’incontro

  • non chiedere l’aumento di stipendio in modo superficiale, per te è importante, quindi richiedi un incontro e fai in modo che ti sia dedicato tutto il tempo necessario
  • dai importanza al tuo bisogno, non ti fare distrarre da niente e da nessuno

Non avere paura di chiedere l’aumento di stipendio

  • non avere paura di chiedere quello che vuoi e quello che sei convinto di meritare
  • non avere paura del No e di perdere il lavoro, se ti dai valore, prendi forza ed energia dentro di te, e questa sicurezza riesci a trasmetterla anche a chi hai davanti
  • se sei bravo e hai talento, la fuori ci sarà chi è pronto a prenderti e tenerti stretto per avere una persona chiave come te che possa portare un valore aggiunto alla sua azienda

Non fare la prima offerta

  • questo è un punto chiave, dopo aver puntualizzato la tua posizione, non dire quanto vuoi ma chiedi quanto puoi essere pagato in più per quello che fai, è sorprendente quante volte il datore offra più del previsto
  • spesso il datore non da finchè non viene chiesto, ma se sei una persona valida il datore di lavoro lo sa già ed è capace di riconoscere il tuo vero valore

Chiedi conferme

  • chiedi espressamente quanto tu sei importante per il tuo datore di lavoro o per l’azienda nel complesso, può capitare di vedere la stessa cosa da due punti di vista differenti, se hai la conferma hai un punto a tuo favore
  • fai domande aperte in modo da capire molte più cose, per avere delle informazioni in più per riuscire ad avere la meglio nella negoziazione dello stipendio
  • Il datore deve percepire che tu sei pronto anche ad andartene se la tua richiesta viene rifiutata, deve capire che cercherai altro o che hai in mano già un’altra possibilità
  • la negoziazione dello stipendio si mette male se capisce che sei disperato è che sei disposto a rimanere comunque e che non hai altre alternative

E’ più facile di quello che pensi. Quando il tuo valore è alto e ti meriti di più non puoi mai perdere, hai sempre una possibilità nel mondo del lavoro, ci sarà sempre chi ha bisogno delle tua professionalità e delle tue competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *